In Questo è il mio lavoro professionisti digitali ci raccontano come sono arrivati a fare quello che fanno e il loro punto di vista sulla professione. Oggi conosciamo Ruben Vezzoli, che ci racconta molte cose interessanti sul suo lavoro di online marketing manager a Berlino.

 

Ciao Ruben, raccontaci chi sei e cosa fai

Ciao! Sono un online marketing manager e da circa 2 anni e mezzo mi sono trasferito a Berlino dove lavoro per l’e-commerce di fashion e lifestyle, Lesara.

Cosa ti ha portato a diventare un Online Marketing Manager?

 

Mi sono avvicinato per caso al mondo del digitale all’età di 13 anni. Negli anni ho capito che design e sviluppo non facevano per me e che quindi dovevo occuparmi del marketing.

Ho iniziato a coltivare questa passione che a 16 anni mi ha portato a collaborare come consulente freelance con alcune aziende e agenzie della mia zona. A 19 anni sono riuscito poi a fare il grande salto, trasformare quello che era un hobby in una vera e propria professione.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro? Cosa invece ti piace di meno?

 

Il marketing online ti da l’opportunità di vedere in poche ore I primi risultati dei tuoi investimenti (chiaramente se non stai facendo branding) e di aggiustare di conseguenza la tua strategia. Inoltre la comunicazione online sta diventando sempre di più personalizzata e 1-1 ciò permette di rendere meno noiose e ripetitive le campagne di marketing.

La cosa che mi piace di meno è che a volte ci possono essere delle task ripetitive e quindi noiose, ma fortunatamente esistono le automatizzazioni che permettono di far svolgere alle macchine questi compiti.

 

Cosa consiglieresti di fare a chi vuole diventare un bravo Online Marketing Manager? (ora, io avrei usato cazzuto anziché “bravo” :D. Il senso della domanda è: c’è qualcosa di “laterale” che consiglieresti di fare per migliorare la propria professionalità?)

 

Per essere un bravo marketing manager bisogna essere curiosi e non dar nulla per scontato. Tenersi costantemente aggiornati è fondamentale visto che è un settore che si muove alla velocità della luce. Inoltre è importante anche studiare come si muovono I propri concorrenti per capire se stanno utilizzando nuove strategie che si rivelano più efficaci di altre.

 

Che tipo di skill (hard e soft) devi avere/allenare per fare la differenza nel tuo ruolo?

 

Per quanto riguarda le hard skill, sicuramente è importante conoscere basi di marketing e di economia, anche se ritengo che siano importanti anche conoscenze tecniche (basi di programmazione, web analytics,…) perché ti permettono di capire meglio come funzionano le diverse piattaforme e sapere cosa puoi o non puoi fare.

Come soft skill, penso sia fondamentale conoscere qualcosa di project management perché spesso ci si trova a gestire progetti che coinvolgono persone di altri dipartimenti, aziende o addirittura che lavorano dall’altro capo del mondo.

 

Come pensi che il tuo ruolo si evolverà in futuro? Di quali conoscenze/skill avrai bisogno?

 

Penso che in futuro online e offline saranno ancora di più connessi e questa sarà sicuramente una sfida per tutti i marketer. Non si parlerà più di Online Marketing Manager, ma di Marketing Manager visto che media come TV e Radio venderanno gli spazi pubblicitari sfruttando il Programmatic e quindi non ci sarà più una fortissimo distinzione tra online e offline.

Per quanto riguarda le skill, credo che la capacità di analizzare I dati diventerà sempre di più la hard skill principale di un marketing manager.

Categorie: Interviste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *